Xagena Mappa
Medical Meeting
Gastrobase.it
Farmaexplorer.it

Tumore con fusione TRK e Larotrectinib: l'analisi aggiornata ha confermato un alto tasso di risposta e risposte durature per tre anni in bambini e adulti


I dati clinici aggiornati per Larotrectinib ( Vitrakvi ) nei pazienti adulti e pediatrici con carcinoma con fusione TRK hanno mostrato un alto tasso di risposta con un tasso di risposta globale ( ORR ) del 79% ( IC 95%: 72–85 ) con risposte complete del 16% ( n = 24 ) e risposte parziali del 63% ( n = 97 ).

Questi risultati, che si basano su 153 pazienti valutabili alla data cut-off del 19 febbraio 2019, ampliano il set di dati, con un follow-up più lungo rispetto a qualsiasi altro inibitore di TRK.

Tra i pazienti con risposte confermate ( n = 108 ), è stato osservato un permanere della risposta con una durata mediana di quasi tre anni ) ( 35.2 mesi; IC al 95%: 22.8 – NE ).
Per il set di dati integrati ( n = 159 ), la sopravvivenza libera da progressione ( PFS ) mediana è stata di 28.3 mesi ( IC 95%: 22.1 – NE ) e la sopravvivenza globale mediana è stata di 44.4 mesi ( IC 95%; 36.5 – NE ), con l'88% ( IC 95% : 83–94 ) dei pazienti ancora vivi a 1 anno dall'inizio della terapia.

I dati sono stati presentati al 44° Congresso della Società Europea di Oncologia Medica ( ESMO ) 2019.

In una sottoanalisi dal set di dati integrati ( n=12 ), Larotrectinib ha mostrato un tasso ORR del 75% nei tumori solidi con metastasi cerebrali.
L'attività di Larotrectinib nei tumori primari del sistema nervoso centrale ( SNC ) era stata precedentemente segnalata ( ASCO 2019 ).
I tumori del SNC sono aggressivi, e Larotrectinib ha raggiunto il controllo della malattia in questa popolazione di pazienti per un lungo periodo di tempo.

I dati sulla sicurezza presentati al Congresso ESMO 2019 comprendevano l'intero database di sicurezza di Larotrectinib nei pazienti oncologici ( n = 260 ).
Anche con l'aumento della popolazione dei pazienti il profilo di sicurezza ha continuato a rimanere favorevole.
La maggior parte degli eventi avversi segnalati era di grado 1 o 2.
In più del 3% dei pazienti non si sono verificate reazioni avverse di grado 3 o 4 correlate al trattamento e non sono stati riportati decessi correlati al trattamento.

Larotrectinib è stato approvato a settembre 2019 nell'Unione Europea con il marchio Vitrakvi per il trattamento dei pazienti adulti e pediatrici con tumori solidi che presentano una fusione genica del recettore della tirosin-chinasi neurotrofica ( NTRK ), che hanno una malattia localmente avanzata, metastatica o dove è probabile che la resezione chirurgica provochi una grave morbilità e che non ci siano opzioni di trattamento soddisfacenti.

Il carcinoma con fusione TRK si verifica quando un gene NTRK si fonde con un altro gene non correlato, producendo una proteina TRK alterata. La proteina alterata, o proteina di fusione TRK, diventa costitutivamente attiva o sovraespressa, innescando una cascata di segnalazione. Queste proteine ​​di fusione TRK agiscono come fattori oncogenici promuovendo la crescita e la sopravvivenza delle cellule, portando al tumore con fusione TRK, indipendentemente da dove il tumore origini nel corpo.
Il carcinoma con fusione TRK non si limita a determinati tipi di tessuti e può verificarsi in qualsiasi parte del corpo.
Il carcinoma con fusione TRK si manifesta in vari tumori solidi in pazienti adulti e pediatrici con frequenza variabile, tra cui: tumori polmonari, tiroidei, gastrointestinali ( colon, colangiocarcinoma, pancreas e appendice ), sarcoma, tumori del SNC ( glioma e glioblastoma ), tumori delle ghiandole salivari ( carcinoma secretorio simil-mammario ) e tumori pediatrici ( fibrosarcoma infantile e sarcoma dei tessuti molli ). ( Xagena )

Fonte: Bayer, 2019

XagenaHeadlines2019



Indietro