Xagena Mappa
Medical Meeting
Dermabase.it
Neurobase.it

Nuove lineeguida sulla fibrillazione atriale: nuovi anticoagulanti orali


L’American Heart Association ( AHA ), American College of Cardiology ACC ), and the Heart Rhythm Society ( HRS ) hanno presentato le nuove lineaguida per il trattamento dei pazienti con fibrillazione atriale.
Le lineeguida 2014 incorporano nuove importanti informazioni sui nuovi anticoagulanti orali e sulla ablazione transcatetere per il trattamento dei sintomi della fibrillazione atriale.

Il cambiamento più significativo rispetto alle precedenti lineeguida ( 2006 ) è rappresentato dall'introduzione dei nuovi anticoagulanti orali, che possono essere utilizzati in alcuni pazienti al posto del Warfarin ( Coumadin ) per la prevenzione dell'ictus.

Le nuove lineeguida includono raccomandazioni per l'uso di Dabigatran ( Pradaxa ), Rivaroxaban ( Xarelto ) ed Apixaban ( Eliquis ).

Il Warfarin continua ad essere indicato nei pazienti affetti da fibrillazione atriale con valvole cardiache meccaniche.

I nuovi agenti sono fortemente raccomandati per l'uso in pazienti con fibrillazione atriale non-valvolare che non sono in grado di mantenere un livello di INR terapeutico con Warfarin.

Le lineeguida contengono anche forti raccomandazioni per l’impiego della ablazione transcatetere quando si desidera un controllo del ritmo nei pazienti con fibrillazione atriale sintomatica refrattaria ad almeno un farmaco antiaritmico.

Le linee guida inoltre raccomandano di utilizzare un misuratore del rischio tromboembolico più completo, CHA2DS2-VASc, per stimare il rischio di ictus.
La maggior parte delle linee guida precedenti aveva consigliato l’uso di un più semplice misuratore di rischio, CHADS2.

Un'altra importante differenza rispetto alla precedente lineaguida è il minor ruolo dell'Acido Acetilsalicilico ( Aspirina ), che veniva ampiamente utilizzato per la prevenzione dell'ictus nei pazienti a basso rischio.
L'evidenza che l’Aspirina sia in grado di ridurre il rischio di ictus è debole. ( Xagena )

Fonte: American Heart Association, 2014

XagenaHeadlines2014



Indietro