XagenaNewsletter
Medical Meeting
Xagena Mappa
Xagena Salute

Anakinra può ridurre l'infiammazione sistemica in COVID-19


Uno studio ha mostrato che Anakinra ad alte dosi, un antagonista del recettore dell' interleuchina-1 ( IL-1 ) ricombinante, è associato a migliori risultati clinici nei pazienti affetti da COVID-19 con sindrome da distress respiratorio acuto ( ARDS ) e iperinfiammazione.

Giulio Cavalli, dell'Università Vita-Salute San Raffaele di Milano, e colleghi hanno condotto uno studio di coorte retrospettivo su pazienti COVID-19 con ARDS in forma moderata-grave e iperinfiammazione che erano sottoposti a ventilazione non-invasiva al di fuori della Unità di terapia intensiva ( UTI ) e che erano in trattamento con Idrossiclorochina e la combinazione antivirale Lopinavir più Ritonavir.
I risultati sono stati confrontati con 29 pazienti che hanno ricevuto un trattamento aggiuntivo con Anakinra e 16 che hanno ricevuto solo un trattamento standard.

Il trattamento con Anakinra ad alte dosi è risultato associato a riduzioni della proteina C-reattiva e miglioramenti progressivi della funzione respiratoria in 21 pazienti su 29 ( 72% ) a 21 giorni; 5 pazienti erano sottoposti a ventilazione meccanica e tre sono deceduti ( rispettivamente, 17% e 10% ).

Il 50% dei 16 pazienti ha mostrato un miglioramento respiratorio a 21 giorni nel gruppo di trattamento standard, mentre uno era in ventilazione meccanica e sette sono deceduti ( 6% e 44%, rispettivamente ).

I tassi di sopravvivenza sono stati rispettivamente del 90% e del 56% nei gruppi ad alto dosaggio di Anakinra e terapia standard, mentre i tassi di sopravvivenza senza ventilazione meccanica sono stati pari a 72% e 50%.

Sono attesi studi controllati, poiché il blocco di IL-1 con Anakinra ad alte dosi per via endovenosa merita considerazione tra i trattamenti antinfiammatori per COVID-19. ( Xagena )

Fonte: The Lancet Rheumatology, 2020

XagenaHeadlines2020



Indietro