Alleanza Mediterranea Oncologica in Rete
Gastroenterologia.net
Ematologia.net
OncoGinecologia.net

Ripigmentazione dei capelli grigi in alcuni pazienti con tumore al polmone sottoposti a trattamento con inibitori PD-1 e PD-L1


L’immunoterapia a base di inibitori PD-1 e PD-L1, impiegata nei pazienti con cancro al polmone, potrebbe ripigmentare i capelli grigi.
Queste le osservazioni di un gruppo di ricercatori dell’Hospital Universitari Germans Trias i Pujol di Badalona e dell’Universitat Autonoma di Barcellona ( Spagna ).

Circa la metà dei pazienti trattati con inibitori PD-1 e PD-L1 hanno mostrato cambiamenti cutanei da lievi a moderati, tra cui eruzioni cutanee, vitiligine e prurito.

Ttra gli effetti dermatologici è stata segnalata la ripigmentazione dei capelli.

Sono stati riportati 14 casi, su 52 pazienti in terapia, di ripigmentazione. In particolare, 12 pazienti sono stati trattati con Nivolumab ( Opdivo ), uno con Pembrolizumab ( Keytruda ) e due con Atezolizumab ( Tecentriq ).

Tutti i pazienti con ripigmentazione dei capelli sono rimasti in terapia con una risposta parziale o una malattia stabile, tranne uno che è peggiorato e poi deceduto.

La ripigmentazione iniziava nelle regioni occipitale e temporale, per passare in seguito alle aree frontale e parietale.

Lo studio aveva come obiettivo quello di descrivere eventi avversi cutanei nei pazienti trattati con inibitori PD-1.
Nel corso del follow-up è stata casualmente osservata la ripigmentazione dei capelli.
Quando gli stessi farmaci vengono utilizzati nel melanoma si attiva, invece, la depigmentazione dei capelli, un effetto completamente opposto. ( Xagena )

Fonte: JAMA Dermatology, 2017

XagenaHeadlines2017



Indietro